vitigni valsusa
grappolo d'uva vino rosso doc alta valle di susa

Pictured:

La storia dei vini della Valsusa

La viticoltura della Valsusa affonda le proprie radici nella storia, già in epoca pre-romana si hanno testimonianze di popoli, che insediati sul territorio coltivavano la vite, così come testimonia il sito archelogico della “Maddalena “ a fianco della cantina.
Più recenti sono le testimonianze storiche della viticoltura in Valsusa ed ,in particolare, nel comune di Chiomonte dove intorno all' anno mille vi erano terreni coltivati dalla prevostura di Oulx in regione “Segneur” col vitigno “Avanà”, dove ancora oggi sorgono i vigneti coltivati dalla cooperativa Clarea.
Per la comunità Chiomontina e Giaglionese la coltivazione della vite è sempre stata importante fonte di reddito con intensi scambi commerciali, con la Francia e con la vicina città di Torino.

Nel XIX secolo, periodo di massima espansione della viticoltura dei due comuni si sono raggiunti anche i 100 ha vitati, poi con l'avvento della fillossera, qui giunta in ritardo rispetto al resto d'italia, si sono ridotti in parte, mentre gli attuali 20 ha vitati sono dovuti allo spopolamento e alle difficoltà di produzione.

San sebastiano
Signou
Colombier
Clos
Ansema
L bianchin
Rama
Rose maddalena